Benvenuto nel portale del Comune di Rolo
motore di ricerca
COMUNE DI ROLO
Corso Repubblica 39 CAP 42047 - P.IVA e COD.FISC.: 00440750354
Tel. U.R.P. 0522-658001    Tel. Centralino 0522-658011    FAX 0522-666953
E-mail info@comune.rolo.re.it     Posta certificata (P.E.C.) rolo@cert.provincia.re.it

Comune

Sindaco, Giunta, Consiglio, Bandi, Avvisi, Gare, Concorsi, Regolamenti. Entra nella sezione Comune

Territorio

Informazioni su territorio, viabilità, popolazione, storia, offerta culturale e altro. Entra nella sezione Territorio

Servizi

Uffici e servizi, orari di apertura al pubblico, numeri utili. Entra nella sezione Servizi

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ELEZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO 2019

notizia pubblicata in data : martedì 29 gennaio 2019

ELEZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO 2019

SEI UN CITTADINO ITALIANO CHE VIVE IN UN PAESE MEMBRO DELL’UNIONE EUROPEA?

Riportiamo il comunicato del Ministero degli Affari esteri concernente le “Elezione dei membri del Parlamento europeo 2019"
Sei un cittadino italiano che vive in un Paese membro dell’Unione Europea?

In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, che si svolgeranno in tutti i Paesi membri dell’Unione Europea nel periodo compreso tra giovedì 23 e domenica 26 maggio 2019, i cittadini italiani residenti nei Paesi UE possono scegliere di votare per i rappresentanti del Paese dove risiedono oppure, in alternativa, per i rappresentanti italiani.

Anche coloro che si trovano temporaneamente in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di studio o di lavoro, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani presentando entro il 7 marzo 2019, per il tramite dell’Ufficio consolare di riferimento, apposita domanda diretta al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti.

I cittadini italiani che invece sono permanentemente residenti in un Paese UE e iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) e che non hanno optato per il voto a favore dei candidati locali saranno ammessi al voto per i candidati italiani senza necessità di presentare alcuna dichiarazione.

Gli elettori italiani residenti o temporaneamente presenti in un Paese membro dell’Unione Europea per motivi di studio o di lavoro possono votare per i rappresentanti italiani presso le sezioni elettorali istituite dalle Ambasciate e dai Consolati.

Chi rientra nelle categorie di cui sopra riceverà a casa, da parte del Ministero dell’Interno italiano, il certificato elettorale con l’indicazione della sezione presso la quale votare, della data e dell’orario delle votazioni. In caso di mancata ricezione potrà contattare l’Ufficio consolare competente per verificare la propria posizione ed eventualmente richiedere il certificato sostitutivo.

Coloro che invece desiderano votare in Italia pur essendo residenti in un Paese membro dell’Unione Europea devono presentare richiesta, entro il giorno precedente le elezioni in Italia, al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti.
È penalmente sanzionato il doppio voto:
– chi vota per i candidati al Parlamento Europeo per il Paese di residenza non potrà votare anche per quelli italiani, e viceversa;
– chi vota per i candidati italiani presso le sezioni elettorali istituite all’estero dagli Uffici diplomatico-consolari non potrà farlo anche presso le sezioni elettorali in Italia, e viceversa.

Nessuno può votare più di una volta nel corso delle stesse elezioni:
gli elettori in possesso di più cittadinanze di Paesi membri dell’Unione Europea possono esercitare il loro diritto di voto per i candidati di uno solo degli Stati di cui sono cittadini.

Sei un cittadino italiano residente in un Paese non membro dell’Unione Europea?
I cittadini italiani residenti nei Paesi non membri dell’Unione Europea possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia. A tal fine, entro il ventesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali, riceveranno dal Ministero dell’Interno apposita cartolina avviso.

 

ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO PER L’ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI ALL’ITALIA DA PARTE DEI CITTADINI DELL’UNIONE EUROPEA RESIDENTI IN ITALIA.

I cittadini dell’Unione residenti in Italia, per poter esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, devono presentare al Sindaco del comune di residenza, ove non lo abbiano già fatto in occasione di precedenti elezioni europee, domanda di iscrizione nell’apposita lista aggiunta istituita presso lo stesso comune per il voto alle elezioni europee.

Tale domanda deve essere presentata, ai sensi dell’art. 2, comma 1, del citato decreto-legge n. 408/94, convertito dalla legge n. 483/94, “non oltre il novantesimo giorno anteriore alla data fissata per la consultazione” e cioè entro il 25 febbraio 2019 (considerando data della votazione domenica 26 maggio 2019).

I citati documenti sono disponibili anche sul sito internet di questo Ministero all’indirizzo
https://dait.interno.gov.it/elezioni/optanti-2019
in virtù di apposita applicazione, sarà possibile, per i cittadini dell’Unione interessati, compilare online il modello di domanda, da stampare e firmare in originale, che dovrà essere inoltrato al comune.

La domanda di iscrizione nell’apposita lista aggiunta istituita presso lo stesso comune per il voto alle elezioni europee è possibile scaricarlo da:
https://dait.interno.gov.it/documenti/circ-004-servelet-25-01-2019-all-b.zip

 

VOTO DOMICILIARE ELETTORI AFFETTI DA INFERMITÀ CHE NE RENDANO IMPOSSIBILE L'ALLONTANAMENTO DALL'ABITAZIONE

 

In occasione dello svolgimento delle Elezioni dei membri del Parlamento europeo  ed amministrative spettanti all'Italia del 26 maggio 2019, le elettrici e gli elettori impossibilitati a recarsi al seggio elettorale perché gravemente ammalati o perché si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, possono esercitare il proprio diritto di voto presso l’abitazione in cui dimorano.

Per esercitare tale diritto, pertanto, tra il 40° ed il 20° giorno precedente la consultazione referendaria (da martedì 16 aprile e lunedì 6 maggio 2019), gli elettori interessati dovranno inviare, al Comune nelle cui liste risultano iscritti, una dichiarazione in cui si manifesta la volontà di votare presso la propria abitazione.

Alla domanda dovranno essere allegati la tessera elettorale ed idonea certificazione medica rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell'azienda sanitaria locale, attestante lo stato di grave infermità fisica o la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali che impedisce di recarsi al seggio. In particolare il certificato medico, per non indurre incertezze, dovrà riprodurre l'esatta formulazione normativa di cui all'art. 1 del D.L. 1/2006 convertito con modificazioni dalla L. 22/2006 e successivamente modificato con L. 46/2009.

In ogni caso il termine del 6 maggio, in un'ottica di garanzia del diritto di voto costituzionalmente garantito, è da considerarsi avere carattere ordinatorio, compatibilmente con le esigenze organizzative del comune.

Disponibile in allegato il modello di domanda.

 

CONVOCAZIONE DEI COMIZI ELETTORALI

 

Testo  in allegato.

 

INDIVIDUAZIONE DI LUOGHI E NUMERO DEGLI SPAZI DESTINATI ALLE AFFISSIONI DELLA PROPAGANDA ELETTORALE

 

Deliberazione di Giunta comunale n. 38 del 24/04/2019 consultabile in allegato

 

DIRITTO di VOTO da PARTE di ELETTORE FISICAMENTE IMPEDITO ad ESERCITARLO AUTONOMAMENTE

 

Il Sindaco
rende noto

che gli elettori fisicamente impediti ad esprimere autonomamente il voto possono esercitare tale diritto con l'assistenza di un elettore della propria famiglia o di altro elettore liberamente scelto, purchè iscritti nelle liste elettorali in un qualsiasi Comune della Repubblica. Sono da considerarsi fisicamente impediti i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o altro impedimento di analoga gravità. Quando l'impedimento non sia evidente, esso potrà essere dimostrato con un certificato rilasciato gratuitamente ed in esenzione da qualsiasi diritto dal funzionario medico designato dalla competente Autorità Sanitaria Locale.

Il certificato medico deve attestare che l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di altro elettore.

L'impedimento fisico, in ogni caso, deve essere riconducibile alla capacità visiva dell'elettore oppure al movimento degli arti superiori, essendo escluse le infermità che influiscono sulla sfera psichica dell'elettore.

Coloro che siano in possesso di libretto nominativo rilasciato dal Ministero dell'Interno in favore di ciechi civili per cecità assoluta ovvero siano titolari di tessera elettorale su cui è già stato apposto il simbolo o codice per il diritto di voto assistito non necessitano di alcuna certificazione medica.

Il competente servizio sanitario ha comunicato che, in concomitanza della consultazione elettorale, il rilascio dei certificati avrà luogo:

 

S  E  D  E

D A T A

ORARIO

DISTRETTO DI CORREGGIO- Ambulatorio Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, P.zza San Rocco 4 – Correggio (II piano)

Dal 2 al 25 maggio 2019

 

Dalle ore 8.30 alle 12.00

c/o Ospedale Via Mandriolo Superiore, 11 . Correggio (RE)

26/05/2019

9.00-13.00

14.00-17.00

 

Per informazioni: segreteria 0522/630451

Ulteriori informazioni potranno essere attinte presso il Servizio Elettorale Comunale o presso la competente Autorità Sanitaria Locale.

 

RIPARTIZIONE ED ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI PER LE AFFISSIONI DI PROPAGANDA 

 

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PROPAGANDA ELETTORALE FONICA SU MEZZI MOBILI                                    

 

La pubblicità elettorale è autorizzata dal Sindaco del Comune. Nel caso in cui la stessa si svolga sul territorio di più Comuni, l’autorizzazione è rilasciata dal Prefetto della Provincia in cui ricadono i Comuni stessi.

Per la pubblicità elettorale si applicano le disposizioni dell’articolo 7 della Legge 24 aprile 1975 n. 130 secondo cui Le riunioni elettorali alle quali non si applicano le  disposizioni dell'articolo 18 del testo unico 18 giugno 1931, n. 773, delle  leggi di pubblica sicurezza,  a  termine  dell'ultimo  comma  dello  stesso articolo, possono aver luogo non prima del 30° giorno antecedente  la data fissata per le elezioni. Durante detto periodo l'uso di  altoparlanti  su  mezzi  mobili  e' consentito soltanto per il preannuncio dell'ora e del luogo in cui si terranno i comizi e le riunioni di propaganda elettorale e  solamente dalle ore 9 alle ore 21,30  del  giorno  della  manifestazione  e  di quello  precedente,  salvo  diverse  motivate   determinazioni   piu' restrittive  adottate  da  parte  degli   enti   locali   interessati relativamente agli orari anzidetti. La contravvenzione alle norme di cui al comma precedente e'  punita con l'arresto fino a 6 mesi e con l'ammenda da  lire  50.000  a  lire 500.000”.

In tutti i casi , la pubblicità fonica non deve superare i limiti massimi di esposizione al rumore fissati dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 marzo 1991.

Le comunicazioni non dovranno essere effettuate prima di cinque giorni dalla data stabilita e non più tardi delle 48 ore prima dell’inizio dell’evento.

Modulo in allegato.

 

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER L’OCCUPAZIONE TEMPORANEA DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE PER POSIZIONAMENTO BANCHETTI /GAZEBO

 

La prenotazione dovrà avvenire personalmente, o mediante pec, con esclusione della posta elettronica ordinaria.

 

In caso di più domande si farà riferimento alla priorità dell’ora di presentazione.

 

Le comunicazioni non dovranno pervenire prima dei cinque giorni  e non più tardi delle 48 ore dalla data stabilita per l’occupazione temporanea di spazi ed aree pubbliche per posizionamento banchetti /gazebo .

 

Durata  dell’occupazione del suolo pubblico: la concessione del suolo pubblico, non potrà protrarsi da parte dello stesso richiedente per un tempo superiore alle 3 ore.

 

Modulo in allegato.

 

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALLO SVOLGIMENTO DI COMIZI/RIUNIONI/  ALTRE MANIFESTAZIONI   DI PROPAGANDA ELETTORALE                                                           

 

La prenotazione dovrà avvenire personalmente, o mediante pec, con esclusione della posta elettronica ordinaria.

 

Le comunicazioni non dovranno pervenire prima dei cinque giorni  e non più tardi delle 48 ore dalla data stabilita

 

Durata dei comizi e dei dibattiti: i comizi dovranno avere la durata massima di 2 ore per ciascun partito o movimento richiedente

In deroga a quanto sopra, i dibattiti pubblici da chiunque organizzati, potranno avere una durata massima di tre ore.

Nel giorno di chiusura della campagna elettorale la durata dei comizi è concordata in tre ore.

Fra un comizio e l’altro: intervallo di mezzora

 

Orari dei comizi: giorni feriali: dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 23

Sabato:      dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15  alle ore 24

Festivi:      dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15  alle ore 24

Negli ultimi 4 giorni:dal 21 maggio el 24 maggio 2019, l’orario dei comizi sarà quello stabilito per i giorni festivi.

 

Modulo in allegato.

 

RICHIESTA USO LOCALI COMUNALI

 

La prenotazione dovrà avvenire personalmente, o mediante pec, con esclusione della posta elettronica ordinaria.

 

Le comunicazioni non dovranno pervenire prima dei cinque giorni  e non più tardi delle 48 ore dalla data stabilita

 

Durata dei comizi e dei dibattiti: i comizi dovranno avere la durata massima di 2 ore per ciascun partito o movimento richiedente

In deroga a quanto sopra, i dibattiti pubblici da chiunque organizzati, potranno avere una durata massima di tre ore.

Nel giorno di chiusura della campagna elettorale la durata dei comizi è concordata in tre ore.

Fra un comizio e l’altro: intervallo di mezzora

 

Orari dei comizi: giorni feriali: dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 23

Sabato:      dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15  alle ore 24

Festivi:      dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15  alle ore 24.

Negli ultimi 4 giorni:dal 21 maggio el 24 maggio 2019, l’orario dei comizi sarà quello stabilito per i giorni festivi.

 

Modulo in allegato.

 

MANIFESTO

 

Testo in allegato.

 

 

ultima modifica: Uff Cultura21/05/2019
Risultato
  • 3
(186 valutazioni)
Galleria immagini
DocumentiAllegati
domanda voto domiciliare Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 255 Kb convocazione dei comizi elettorali Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 56 Kb Deliberazione di Giunta comunale n. 38 del 24/04/2019 Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 103 Kb ASSEGNAZIONE SPAZI PER LE AFFISSIONI DI PROPAGANDA Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 83 Kb modulo propaganda fonica Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 146 Kb modulo banchetti / gazebo Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 215 Kb modulo comizi / riunioni Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 150 Kb modulo locali comunali Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 148 Kb manifesto Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 6403 Kb
Comune di
Rolo
Indirizzo: C.so Repubblica 39 42047 ROLO (RE)
telefono: 0522 - 658011 fax: 0522 - 666953
P.Iva: 00440750354
Posta elettronica certificata (PEC) rolo@cert.provincia.re.it e-mail: info@comune.rolo.re.it
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2012